domenica 28 dicembre 2008

Bilancio Del Blog

Dato che, nel momento in cui scrivo (Domenica 28 Dicembre), questo è l'ultimo giorno festivo dell'anno, direi che è arrivato il momento di tirare un primo bilancio sia sull'anno trascorso che sul blog stesso.
Questo 2008 è stato una merda, esattamente come gli altri 26 anni anni che l'hanno preceduto, eppure ogni anno mi sembra che vada sempre peggio, mi sembra di avvicinarmi ogni anno di più alla pazzia. Tuttosommato si può dire che il blog è stato creato anche un pò come valvola di sfogo, considerando che io i social network non è che li ami poi molto. Ho perso la salute mentale a impazzire per una che fondalmentalmente non conosco, ho perso il sonno per un lavoro che c'è una settimana sì e una no e sto perdendo la pazienza per un carattere che diventa sempre più lunatico e intoverso. Il blog si sta rivelando una specie di vetrina del mio carattere: passa dalla demenzialità alla depressione con un ritmo impressionante e, come prevedibile, la categoria che conta il maggior numero di post è "seghe mentali", cosa in cui sono praticamente terzo dan XD
Alla fine mi ha fatto piacere scoprire che il blog qualche lettore ce l'ha e ringrazio tutti quelli che su Msn mi hanno lasciato i loro feedback.
Personalmente mi sono stancato di sperare che il prossimo anno sia migliore, attualmente mi basterebbe che non sia peggio degli altri trascorsi. Per adesso non ho in previsione di scrivere altri post, perciò salvo cambiamenti ci si risente nel 2009, buon anno a tutti.

lunedì 22 dicembre 2008

Servizi E Sistemi - Traslochi

Ieri sono stato chiamato sul cellulare dal mio superiore del mio vecchio lavoro nelle rimesse e mi ha chiesto se volevo riprendere a lavorare con loro. Ho accettato e oggi ho ricominciato a lavorare. Devo ammettere che un pò mi è dispiaciuto ricominciare a lavorare, si sta troppo bene a casa a non fare un cazzo; c'è gente che desidera diventare austronauta, gente che desidera fare l'avvocato, io vorrei non fare un cazzo tutta la vita. Purtroppo, però, non sono ricco e ridendo e scherzando ho raggiunto i 26 anni indi per cui è il caso che cerchi di rendermi un minimo indipendente cercando di fare qualche lavoretto quando possibile, quindi ben venga il lavoro nelle rimesse che dà anche un senso alla mia patente D e mi permette di lavorare di notte (e dormire il mattino, la cosa più importante).
Io lavoro presso un'agenzia interinale per una ditta di servizi chiamata Servizi e Sistemi e la mia qualifica è "Operaio-autista di 4° livello" (stica) e, a seconda di dove mi mandano, il mio compito può essere di fare traslochi o parcheggio e/o pulizia autobus. Solitamente, avendo la patente, mi mandano nelle rimesse e faccio manovra ma mi capita qualche volta di essere spedito dagli uffici e lì si fanno i traslochi.
I traslochi sono qualcosa di surreale: ci sono due complessi di palazzi collegati tra di loro da un tunnel che si sfrutta per spostare interi uffici da una parte all'altra. La gente che c'è lì dentro non fa un cazzo tutto il giorno se non far fare traslochi a noi che puntualmente siamo sempre sottonumero e ci ritroviamo interrotti ogni dieci minuti perchè questi deficienti ci venengono a chiamare per i motivi più cretini come un pannello appoggiato contro una parete dalla quale spunta un pochino che va spostata altrove perchè altrimenti non si passa (???). Quello che è peggio è che ci si fa il mazzo già consapevoli del fatto che si fa un lavoro praticamente inutile perchè dopo due settimane la segretaria di turno ha deciso che deve spostarsi di nuovo così può stare sullo stesso pianerottolo dell'ufficio delle pratiche smarrite ma ne vuole approfittare per cambiare i mobili e ci fa fare avanti e indietro per le scale mille volte; poi magari decide che ci ha ripensato e vuole tornare dov'era la prima volta nell'altro palazzo ma con i mobili nuovi che ovviamente non ci stanno perchè il nuovo ufficio è troppo piccolo. Allora, dopo averci fatto fare mille tentativi e aver preso atto che no, la cosa non si può fare, decide di cambiare ufficio e magari prenderne uno di suo gradimento ma due piani più sopra. Ecco, gente del genere deve morire.

venerdì 19 dicembre 2008

Il Caso Eluana

Eluana Englaro è una ragazza che nel 1991 ha avuto un incidente stradale ed è finita all'ospedale che era già in coma e dal quale non si è più risvegliata. I danni subiti probabilmente l'avrebbero resa totalmente paralizzata qualora si fosse risvegliata ma il caso ha voluto che un'emoraggia nella parte del cervello danneggiata abbia completamente compromesso ogni possibilità di recupero. Attualmente questa ragazza è in stato vegetativo da 17 anni ed è diventato inevitabilmente un caso politico: Eluana non vive (al massimo sopravvive, ma solo grazie alle macchine e alla dedizione degli infermieri) e mai lo farà ma staccare la spina equivale a dire Eutanasia, cosa non ancora legale in Italia e fortemente osteggiata da più parti. Il padre ha provato ad andare in tribunale ma non ha risolto nulla.
Voi cosa fareste al suo posto? Se vi ritrovaste in n situzione come quella di Eluana vorreste che staccassero la spina oppure no?
Io personalmente mi son fatto un'idea di come andrà a finire questa situazione: l'Eutanasia continuerà a essere osteggiata dai soliti bigotti per ancora parecchi anni a venire e Eluana continuerà a vegetare fino a quando il padre non avrà pietà di lei e le staccherà la spina senza permesso per poi venire incarcerato per omicidio colposo, beccarsi un tot di anni di galera di cui magari ne sconterà "solo" la metà tra buona condotta e domiciliari. È un copione già visto, non può che finire così. Anzi, a ben pensarci è strano che non sia già intervenuto visto che la sentenza del tribunale è arrivata ormai già da anni.

Se disgraziatamente (sgrat sgrat) in futuro mi dovessi trovare in una situazione analoga, per favore, staccate la spina.

Le Medaglie In Formula 1

Nel mondo della Formula 1 ultimamente stanno tenendo banco le nuove riforme che prenderanno il via dal prossimo campionato, volte principalmente a contenere i costi cresciuti nell'arco degli anni a livelli esponenziali. Una modifica però non l'ho capita: quella delle medaglie. In sostanza si vuole sostituire il classico sistema a punti utilizzato finora con l'assegnazione delle medaglie come avviene in altri sport come l'atletica; qual'è l'utilità di tutto ciò? Ok, fa sempre figo dire: "Ho vinto una medaglia" ma in questo modo viene a mancare tutto quello che è il piano strategico costruito su un'intero campionato e questo ha ben poco senso. C'è da dire che in questo modo i piloti sgomiteranno di più per arrivare nelle prime posizioni -e lo spettacolo indubbiamente ne guadagna- ma in questo modo l'attenzione del pubblico sarà rivolta sempre e soltanto ai primi tre classificati il che vuol dire che, ad eccezione dei soliti 3-4 costruttori, per tutti gli altri coprire i costi di una stagione di Formula 1 saranno cazzi amarissimi perchè nessuno sponsor investirebbe mai in pubblicità su una macchina che non finisce mai inquadrata perchè non arriva tra i primi 3. Questa situazione secondo me non durerà più di una stagione, per lo meno non allo stato attuale delle cose. O almeno me lo auguro.

Piove, Governo Ladro!

Ok, devo chiedere scusa: se questo inverno si sta rivelando particolarmente piovoso -per la mia città, ma non solo- è principalmente colpa mia: ho preso il motorino. A Ottobre ho finito di sistemarlo e gli ho fatto la revisione e da allora non ha più smesso di piovere. Evidentemente lassù non aspettavano altro. Scusatemi, la prossima volta riprenderò i mezzi pubblici, lo prometto.

domenica 14 dicembre 2008

Il Tempo Passa

Ieri sera ero ad un concerto di un gruppo di miei amici e parlando con dell'altra gente ho scoperto che un mio vecchio conoscente che adesso non sento da un pò nel frattempo si è sposato e che ormai è anche già passato un anno dall'evento. Devo dire che la cosa mi ha abbastanza shockato; non tanto per l'evento in sè -per il quale invece esprimo le mie felicitazioni- quanto per il fatto che quella stessa sera uno di loro mi ha detto che il Maggio prossimo si trasferirà a Sydney con un altro nostro amico e probabilmente ci si fermeranno a tempo indeterminato e che c'è un'altro mio coetaneo che più o meno nello stesso periodo si sposa anch'egli. Il tempo passa per tutti, si sa, però fa strano constatare che io sono lo stesso "cazzeggiatore" di 10 anni fa mentre gli altri hanno già imboccato le loro strade. Io sono ancora indeciso su cosa fare "da grande", a dirla tutta. È straniante, è un pò come vedere la vita che continua per tutti ma non per te, come se fossi fermo ad un palo e guardi gli altri che nascono crescono si riproducono e muoiono e tu fossi diviso da una sorta di specchio attraverso il quale li vedi vivere la loro vita.
Mi sento come se non avessi vissuto, come se non avessi scopo. Per certi versi si può dire che non ho ancora risolto nulla nella vita visto che non ho lavoro, prospettive o altro. Questo non fa bene alla mia già scarsa autostima.

martedì 9 dicembre 2008

Guano Apes

Il combo tedesco proponeva un buon Nu Metal distante anni luce da quello di gruppi come Limp Bizkit o Linkin Park; purtroppo la loro incapacità di evolversi fu la croce che li portò allo scioglimento (con annesse divergenze artistiche connesse) ma i tre dischi studio che hanno pubblicato sono tutt'altro che disprezzabili. Essendo abbastanza simili potrei dirvi prendetevi quello che trovate che tanto è lo stesso ma avendo io scoperto il gruppo all'epoca della sua nascita (fine anni '90) non posso che essere maggiormente affezionato al primo disco e consigliarlo di conseguenza. Suddetto disco si intitola Proud like a god e contiene i brani che li fecero esplodere, ovvero Open your eyes e Lords of the boards, se vi fate un giretto sul TuTubo dovreste trovare i videoclip di entrambe le canzoni e anche del terzo singolo, la ballad Rain.
Tecnicamente se la cavavano piuttosto bene ma dal vivo facevano fatica a ripetere la botta di suono ottenuta in studio anche se devo dire che ebbi modo di vederli dal vivo una volta e furono assolutamente devastanti.


Sono stato indeciso per un pò se metterli sotto "Metal" o "Non Metal" ma trovo che i Guano Apes facciano parte di una ristretta cerchia di gruppi Nu che pur non essendo propriamente metal sono comunque inscrivibili nel genere, un pò come può avvenire per i Korn gli Slipknot o S.O.A.D.


Buon ascolto :D

Mister Olympia

Questa notte, dopo essermi fatto una bella flebo di Puzzle Quest sulla 360, allo spegnimento della console mi è capitato di vedere la messa in onda dell'assegnazione del titolo di Mister Olympia, ovvero il premio per il body building che viene assegnato ogni anno da eoni e che, come molti sanno, nel 1990 vide trionfare Schwarzenegger. Il vincitore, per la cronaca è tal Dexter Jackson, il tizio che vedete nella foto qua a finaco. Al di là del fatto che non riesco a capire come si possano considerare attraenti uomini con i muscoli a fior di pelle il programma in sè è stato curioso: i concorrenti continuavano a farsi gli scherzi e a sottrarsi scherzosamente spazio facendo pose con smorfie idiote per divertire il pubblico quando non erano sotto valutazione da parte dei giudici, atteggiamento praticamente agli antipodi rispetto a quello che si vede nei concorsi di bellezza a cui partcipano di solito le ragazze (perchè Mister Olympia se non è un concorso di bellezza maschile poco ci manca, diciamo le cose come stanno). Tra l'altro c'era anche un discreto livello di sportività con i concorrenti uscenti che si andavano a complimentare con gli altri ancora in gara e il vincitore che veniva circondato dagli altri finalisti. Sembrava per certi versi di vedere una versione maschile (o forse solo muscolosa) di Miss Italia. Tra l'altro esattamente come in Miss Italia il neo eletto è scoppiato a piangere come una fontanella. Surreale. Che le ragazze abbiano qualcosa da imparare in questo campo?